C’era una volta il Parco La Martina… E c’è ancora!

Storia di un Luogo del Cuore

l

Autore

Liliana

Liliana

Guida Ambientale Escursionistica, disegnatrice, amante dell'arte e del ritrovare storie e leggende

Natura e Uomo sono da sempre legati, e questo legame spesso lo ritroviamo nelle storie tramandate dai nonni, ma anche in molta arte. Cosa sarebbe la vita senza l’arte e i fiori?!

Ogni luogo può essere meraviglioso, se lo si porta nel cuore. E ognuno di noi ne ha uno. Questa è la storia del nostro Luogo del Cuore, dove ci siamo sposati e dove abbiamo deciso di ricominciare una vita insieme qualche anno fa, dopo un lungo percorso che ci ha portati molto più lontano…

“Perché proprio lassù?” vi domandate?!

“É scomodo… Fa freddo… Non c’è nulla…!”

Perché qui Michele ha le sue radici famigliari con una casa lasciata dai nonni, proprio alle porte di un parco. Anzi Del Parco La Martina. Un luogo ricco di storia e biodiversità, tanto da essere stato riconosciuto negli ultimi anni dall’Unione Europea come SIC-ZSC (Sito di Interesse Comunitario – Zona Speciale di Conservazione).

Un laboratorio naturale a cielo aperto che esiste dai primi anni Ottanta e che oggi sta tornando lentamente alla luce, grazie anche alla dedizione delle persone che vivono qui. E per due Pellegrini come noi, quale luogo migliore di un bosco per vivere?! 

Il Parco infatti, è caratterizzato da pinete miste a querce, dove potete trovare diversi sentieri da seguire, in un sottobosco caratterizzato da felci, fragole di bosco e orchidee selvatiche protette. Qua e là, sparse ci sono pozze d’acqua piene di vita animale e vegetale: in piena primavera, provate ad arrivare nei pressi di una di queste vasche senza far rumore e ascoltate il concerto delle rane che le abitano!

Salendo a Monte Gurlano, l’enorme roccia che svetta nel mezzo del bosco, vi potete godere una vista panoramica sull’Alta Valle dell’Idice ma fate attenzione: una coppia di Poiane nidifica lì, per cui cercate di essere cauti e discreti.

E se siete di quelli temerari, che vogliono salire ancora più su fino al crinale, proseguite sul sentiero CAI 805 per godervi una vista a 360° su Emilia, Romagna e Toscana. La discesa sulla strada vi Martina, vi riporterà al Campeggio passando per l’antico borgo La Martina, datato tra il ‘600/’700 oggi completamente ristrutturato.

Questo piccolo gioiello verde, si trova a pochi Kilometri da Bologna e offre una quantità di meraviglie da vivere in tutte le stagioni per coloro che amano la natura un po’ selvaggia, ma anche la storia e le piccole realtà sconosciute.

“Nella vita ho sempre cercato l’Uovo di Colombo, ossia le cose piccole e semplici, quelle che creano grandi cose!”

( L. Guglielmi, giardiniere di Italo Calvino )

Se vi ho incuriosito e avete voglia di conoscere qualcosa di più sul “nostro” Parco, vi aspetto al punto informazioni che trovate al Bar Osteria del Bosco oppure ad una delle visite guidate programmate per il prossimo luglio

https://alpelegren.com/calendario-eventi/

Dopo averlo visitato, se anche per voi diventa Luogo del Cuore, votatelo al censimento FAI 2020 perché non venga dimenticato!

https://www.fondoambiente.it/luoghi/parco-la-martina?ldc

icona madonna san luca
icona madonna san luca
Santuario San Luca cartolina 1948
Santuario San Luca cartolina 1948
Santuario San Luca cartolina 1948
Santuario San Luca cartolina 1948

Iscriviti alla nostra Newsletter